GIACOMO CIULLA

,

Caltanissetta,1953

Scultore, Disegnatore. Dopo una prima mostra in Sicilia nel 1976, Ciulla si muove tra Torino, Milano, Bologna e il laboratorio di Giorgio Augesi a Lucca. La prevalente attività scultorea di Ciulla risulta collegata agli spazi geografici che maggiormente hanno segnato il suo racconto personale, la Sicilia, delle origini con gli Archetipi Greci e Saraceni, e l'Etruria, della scelta matura, con i simboli arcaici e allegorici sintetici. Le sue figure, sempre mitiche e allegoriche, animali, matrone, satiri e fauni, rimangono in bilico tra la mitologia archetipa e la favola reinventata, come nelle Grandi figure e le loro modulazioni sul tema, della donna, del mito, e della favola, come in Paola e Ilaria.