PABLO PICASSO

,

Malaga 1881 - Mougins 1973

Pittore, scultore, disegnatore, illustratore, incisore, litografo, ceramista. Nel 1897 studia alla Scuola di Belle Arti di Barcellona e di Madrid, soggiorna, poi, a Parigi dove frequenta gli amici spagnoli come Sunyer (cfr.), Max Jacob, gli Stein, Matisse, Salmon e Van Dongen. Suggestionato, inizialmente, dal mondo fin de siècle parigino (il Moulin de la Galette è del 1900), dopo una prima esposizione presso il mercante Vollard, nel 1901, Picasso passa, notoriamente, attraverso diversi periodi contraddistinti dai colori usati e dalle diverse icone - periodo blu con i Mendicanti, 1901-1904; periodo rosa con i Saltimbanchi e gli Arlecchini, 1904-1907 - e arriva al cubismo derivante dalle sue prime esperienze sull'arte negra, le Demoiselles d'Avignon è del 1906. Dalla formulazione del cubismo, con Braque, Gris, Metzinger, Gleizes e Delaunay, ancora analitico, Picasso passa a quello sintetico introducendovi il colore e i papiers collés, materiali diversi che riportano l'oggetto reale ricostruendo lo spazio del quadro. Dopo un viaggio in Italia, al seguito di Diaghilev, Picasso si avvicina al classicismo, nel cosiddetto periodo antico, dipingendo grandi nudi alla romana. La sua attività grafica, vastissima, con più di 2022 stampe, è in sintonia con quella pittorica, ricalcandone la periodizzazione; spazia dalle tematiche cubiste al recupero della forma attraverso la tradizione, con le minotauromachie, le tauromachie, i circhi, le arene, il tema dell'atelier con il pittore e la modella, le variazioni sul viso fino al grande ciclo sull'erotismo, inciso nel 1968, e quello del PABLO PICASSO Malaga 1881 - Mougins 1973 Pittore, scultore, disegnatore, illustratore, incisore, litografo, ceramista. Nel 1897 studia alla Scuola di Belle Arti di Barcellona e di Madrid, soggiorna, poi, a Parigi dove frequenta gli amici spagnoli come Sunyer (cfr.), Max Jacob, gli Stein, Matisse, Salmon e Van Dongen. Suggestionato, inizialmente, dal mondo fin de siècle parigino (il Moulin de la Galette è del 1900), dopo una prima esposizione presso il mercante Vollard, nel 1901, Picasso passa, notoriamen te, attraverso diversi periodi contraddistinti dai colori usati e dalle diverse icone - periodo blu con i Mendicanti, 1901-1904; periodo rosa con i Saltimbanchi e gli Arlecchini, 1904-1907 - e arriva al cubismo derivante dalle sue prime esperienze sull'arte negra, le Demoiselles d'Avignon è del 1906. Dalla formulazione del cubismo, con Braque, Gris, Metzinger, Gleizes e Delaunay, ancora analitico, Picasso passa a quello sintetico introducendovi il colore e i papiers collés, materiali diversi che riportano l'oggetto reale ricostruendo lo spazio del quadro. Dopo un viaggio in Italia, al seguito di Diaghilev, Picasso si avvicina al classicismo, nel cosiddetto periodo antico, dipingendo grandi nudi alla romana. La sua attività grafica, vastissima, con più di 2022 stampe, è in sintonia con quella pit torica, ricalcandone la periodizzazione; spazia dalle tematiche cubiste al recupero della forma attra verso la tradizione, con le minotauromachie, le tauromachie, i circhi, le arene, il tema dell'atelier con il pittore e la modella, le variazioni sul viso fino al grande ciclo sull'erotismo, inciso nel 1968, e quello del voyerismo, del '66-69, inedite alla morte di Picasso.