NUNZIO SCIAVARELLO

NUNZIO SCIAVARELLO

, Quinto di sette figli, avviato all'apprendistato fin da bambino per la precoce attitudine all'arte figurativa frequento la scuola comunale di disegno ed imparò i primi lumi del mestiere nella nativa Bronte, garzone nel laboratorio di un bravissimo pittore fiorentino, Fernando Cappuccio. A Roma, giovanissimo frequento l'ambiente artistico di via Margutta rendendosi conto che la cultura e la base di ogni iniziativa intrapresa dall'artista. Compiuti gli studi superiori, allo scoppio della seconda guerra mondiale divenne allievo ufficiale e fu mandato nei Balcani come granatere Ferito e posto in congedo, riprese il lavoro preferendo le tematiche dedicate alla libertà alle condizioni sociali alla pace e alla condanna della violenza Chiarista della Scuola Romana all'Accademia di Belle Arti della capitale ebbe come maestr Mino Maccari, Ferruccio Ferrazzi, Duilio Cambellotti. Dopo essere rientrato a Bronte nel 1948 si trasferì a Catania ed inizia ad organizzare numerose mostre personali anche fuoro in Sicilia e a partecipare a rassegne artistiche internazionali Biennale di Venezia, Triennale di Milano Quadriennale di Roma .