GIORGIO DE CHIRICO

GIORGIO DE CHIRICO

,

Volo 1888 - Roma 1978

Pittore, scultore, incisore, litografo e scrittore. Studia alla Scuola di disegno di Atene, poi a Monaco, all'Accademia di Belle Arti, viene influenzato da Stuck, Klinger e Böcklin nelle prime opere romantico-simboliche. A Firenze, nel 1908, esegue la serie degli Enigmi e, dal 1911 a Parigi, conosce Picasso, Apollinaire, Max Jacob. Dopo la creazione del gruppo metafisico, con De Pisis, Carrà, Morandi a Ferrara, nel 1917, torna a Parigi nel '24 e si rivolge al surrealismo, dal quale verrà scomunicato, in seguito, da Breton. Nel 1930 rompe completamente con il passato, in specie quello surrealista, e si muove verso l'assolutezza metafisica. La sua prima incisione, Oreste e Pilade, del 1921, viene pubblicata nel IV Portfolio del Bauhaus e, alla fine degli anni '30, De Chirico inizia una vera produzione incisoria all'acquaforte e puntasecca; l'opera litografica, ad iniziare dai Calligrammes del 1934, è caratterizzata da una creatività nel disegno pieno di effetti grafici e cromatici.