BEPPE BONGI

,

Firenze 1920 - 1968

Pittore, architetto, illustratore, incisore, scenografo, disegnatore e poeta. Dopo gli studi all'Istituto d'Arte di Firenze, la sua formazione artistica avviene, prevalentemente, tra gli amici letterati e pittori come Landolfi, Montale, Delfini, Gadda, Luzi, Gatto e Rosai nella Versilia di fine anni '30. Di vari interessi, letterari, naturalistici e storici, Bongi ammira i maestri antichi come Dürer, Callot, Rembrandt e Gaspare della Notte. La sua pittura, derivante direttamente dalla figurazione europea, da certe strutture alla Klee e alla Wols, in sintonia con l'iconografia maledetta dell'espressionismo nordico, situata in un ambito di ricerca meditativa, incantata e visionaria, a metà tra surrealismo e classicismo scientifico leonardesco, è caratterizzata da larghe campiture descritte da linee folte e dal colore.